Raccontami la fantascienza

di Rosalba Cocco “Maestrarosy”

E il bambino, senza perdere di vista il punto luminoso in rapido allontanamento, chiese: “Ma cos’è, allora, la fantascienza?”
L’uomo, i palmi delle mani poggiate sulle gambe, lo sguardo fisso nel tentativo di non perdere di vista la piccola sfera luminosa, rispose: “Non lo so. Qualcuno disse, un giorno, che è l’arte di scrivere come sarà il futuro”.
Prese il telecomando, premette un tasto, fissando il punto sempre più incerto, ormai della grandezza di una capocchia di spillo. Si levò il vento, una coltre di nubi coprì le loro teste e piccole gocce tiepide cominciarono a cadere. “Non la voglio la pioggia”, piagnucolò il bambino, “portami in spiaggia”.
L’uomo premette ancora. Venne fuori il sole, li investì la colata arancione del tramonto, il vento si placò, piccole onde schiumose sembravano lambire i loro piedi e il bambino tese una mano a toccare la sabbia.
Così, placatosi dal cullare del mare tiepido come un grembo materno, continuò: “Potremo mai tornare indietro?”
“Indietro dove?” pensò l’uomo. “Indietro lì!” precisò il piccolo e indicò con il dito il punto luminoso.
“Non lo so” sussurrò l’uomo. Premette ancora. Fu buio. La fame si placò, insieme alla sete di sapere del bambino. Il sonno cominciò ad avvolgerli, il puntino si confondeva tra le migliaia di led che pian piano si spensero. ‘Insegnami la fantascienza, l’arte di concepire il futuro’, mormorava nel sonno il bambino. L’uomo si svegliò, premette ancora. Il bambino riprese a dormire senza sogni.
Intanto il puntino luminoso smise di pulsare. “No, non torneremo mai più indietro”. Afferrò le mani del bambino, le strinse fra le sue grandi mani. Il piccolo parve accorgersi di quel contatto, schiuse i pugni, si rilassò e tre semini uscirono andandosi a posare per terra. “Domani pioverà” decise allora l’uomo.

__________
Rosalba Cocco “Maestrarosy”
Maestra di scuola Primaria.

Annunci

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in 2. (n+1)esimo ebook. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...