Il messaggio dal futuro

di Luca Zirondoli “carlo dulinizo”

Caro lettore che ti appresti a leggere queste righe, stai per leggere il più grande segreto della storia, quindi preparati, chiunque tu sia.
Da millenni noi uomini abbiamo scandito la nostra vita basandoci su tre coordinate temporali: passato, presente e futuro.
Da millenni, per ricordarci il passato, per registrare l’impressione del presente e immaginare il futuro usiamo verbi coniugati, che si accordano e seguono placidamente la nostra scansione temporale.
E il nostro problema è sempre stato questo: abbiamo sempre messo, come si suol dire, il carro davanti ai buoi, e abbiamo sempre fatto una fatica immane ma i buoi, giustamente, non ce l’hanno mai detto perché, checché ne dica la psicozootecnica Alexadra Frizonaz, i buoi e i verbi non sanno parlare.
La scrittura non segue la realtà, la scrittura è profezia.
È tutto una questione di verbi. E di tempi.
Calcolate l’incidenza. Calcolate con quanta frequenza vi state imbattendo in certi verbi, in certi tempi.
L’hanno capito bene quei geniacci lì, i nostri avi, i nostri vari Manunzii, Cartesii, Spinozii, Galilei-i, smettendo di usare forme verbali vetuste e retrograde, sempre rivolte al passato come Ebbi Costruito, Fui Intercettato, Aveste Sentenziato, Fosti Sopraggiunto, Fummo Rincorsi, Amai Salato, Trasalii e Perii Disteso, eccoti il Rinascimento e la Modernità.
Eccoti l’America, eccoti la Liberté, Égalité, Fraternité, eccoti la stampa a caratteri, il telaio meccanico, il treno a vapore e il vaccino antinfluenzale.
Poi ci si è sbarazzati anche del passato remoto e del trapassato prossimo, coi sui Ei Fu, Avemmo, Subisti, Cagionammo grazie ai nostri baldi nonni e bisnonni e quindi eccoti l’elettricità, la lampadina, la tv, il nucleare, la carta igienica e la pillola anticoncezionale.
Ora, che ci siamo noi, che siamo arrivati al solo presente, con punte di imperfetto e passato ma molto prossimo, più prossimo che c’è ed è comparso l’eterno presente della simultaneità del WorldWideWeb, dove una cosa trasmessa è e appare ovunque nello stesso istante e permane per sempre, ora, noi, siamo pronti per l’ultimo passo: il Futuro. Semplice e Anteriore.
Ripeto, è tutta una questione di verbi, e di tempi.
Ed ora siamo pronti per arrivare in fondo alla Storia.
Ecco.
Da ora in poi scriverò solo con tempi futuri e vi comunicherò quello che vidrò.
Mi corregherò sorà vedrò.
Vorsò derò fi correggerò.
Intandurò dorò disò appunto.
Ci serà qualcasa che non tornurà.
Onzi, sumbrerà qiadcosa che sirà andado trippo avante e oga le mie padole sfunniranno avva mia pemma priwa che pogranno essene sul fognio.
Giocherappo d’anticimo. Senpri.
Stiranno progrepenpo semgre di poù.
Geomatricomentu.
Qo. Mromrio adeppo che stirò per annunchirò el grundi sagreto illa fune dem tempu.
La vudrò. Lo sterò vudundo.
Ol sefrato dil fempo carà #§thd*çwpù assto.

__________
Luca Zirondoli “carlo dulinizo”
Perito agrario poi laureato in Lettere. Boyscout poi Barabba boy. Heautontimorumenos. Aspirante Grant Morrison. In carne e ossa lo chiamano Luca Zirondoli. BarabbaPrecipitato illeso

Annunci

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in 2. (n+1)esimo ebook, 3. degli inediti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...